Sincronizzare i File su un Disco Rigido Esterno in Windows 10

Come Sincronizzare i File su un Disco Rigido Esterno in Windows 10

04/06/2021 • Archiviato in: Backup del computer • Soluzioni comprovate

Ho un laptop con circa 400 GB di file: immagini, documenti, file di progetto, ecc.

Vorrei copiare questi file su un disco rigido esterno di 1 TB. Tuttavia vorrei che la copia sia tale che se apporto modifiche ai file sul laptop, queste modifiche vengano sincronizzate sull'HDD esterno. Se aggiungo, rimuovo o sposto file, lo stesso deve riflettersi sull'HDD esterno

Come prima soluzione, ho provato ad utilizzare la cronologia dei file. Sfortunatamente, la seconda volta sincronizzazione ha creato un duplicato di tutti i file, il che significa che il mio spazio di archiviazione utilizzato è passato da 400 a 800 GB. È stata una grande perdita di tempo e non ha funzionato la terza volta che ho collegato il mio HDD esterno

Per questo sto cercando soluzioni simili al modo di funzionamento di OneDrive. Eventuali modifiche si rifletteranno. Il file non modificato rimane lo stesso. Le versioni più recenti dovrebbero sostituire quella vecchia, non aggiungere una nuova copia.

Qualche aiuto?

Grazie

Hai apportato modifiche e salvato il file sull'unità esterna. Qual è il grande problema? Ma sincronizzare tutte le nuove modifiche apportate allo stesso file e quindi salvare la nuova versione è il vero compito. Questo processo è chiamato sincronizzazione dei file e prevede che le nuove modifiche vengano salvate automaticamente nei file. Funziona quando il file viene salvato sull'unità (interna). Nel caso in cui il file venga salvato su un'unità esterna, prendendo come riferimento Windows 10 è necessario utilizzare un software di backup e sincronizzazione per Windows 10. Questa finestra del software di sincronizzazione di backup terrà traccia di tutte le nuove modifiche ed effettuerà salvataggi automatici sull'unità esterna collegata. Questo articolo spiegherà tutti i modi possibili per procedere con questo processo.

Come accennato in precedenza, il processo di salvataggio delle modifiche appena apportate a un documento viene chiamato sincronizzazione dei file. La tecnica garantisce che le nuove modifiche vengano salvate correttamente nel file/documento. Per lo più la sincronizzazione dei file funziona per un file o documenti salvati in più di una posizione. Se apporti modifiche al file o al documento nella posizione principale, la sincronizzazione del file elaborerà le stesse modifiche nella posizione secondaria. Questo processo di sincronizzazione è bidirezionale o unidirezionale. Quella bidirezionale si utilizza con tutto ciò che viene accennato in precedenza, mentre la sincronizzazione unidirezionale riguarda il mirroring dei file, la replicazione e il backup.

Affinché un file venga salvato sia sull'unità interna che su quella esterna, la domanda da porsi è: come è possibile fari sì che le modifiche apportate su un file salvato nell'unità interna avvengano anche sullo stesso file salvato su un disco rigido esterno? Per questo è necessario il supporto di software di terze parti. Questo articolo parlerà delle finestre del software di sincronizzazione del backup insieme a una raccomandazione di un software di backup di prima qualità. Ecco alcuni argomenti dei quali parleremo.

Parte 1: Cosa si Intende per Sincronizzazione dei File?

Essendo un tipo di backup con una funzione leggermente differente dal solito, la sincronizzazione dei file non può essere utilizzata per copiare direttamente i file. È più che altro utilizzato per mantenere i file in versioni aggiornate. Sinc, come suggerisce il nome, significa sincronizzazione. Aiuta a mantenere i file/le cartelle in più posizioni e tenerli aggiornati. Come nel caso di prima, è possibile la sincronizzazione dei file per Windows 10 da salvare su un disco rigido esterno. Tutto ciò di cui hai bisogno è una soluzione software di terze parti, come ad esempio software di backup e sincronizzazione per Windows 10.


Parte 2: Perché è Necessario Effettuare la Sincronizzazione Automatica su un Disco Rigido Esterno?

Un file salvato in due posizioni, sul dispositivo e su un disco rigido esterno, le modifiche apportate su quello salvato sul dispositivo dovrebbero essere adattate a quelle salvate sull'unità esterna per mantenere una versione aggiornata su entrambe le posizioni. Oltre all'aggiornamento, mantenere i dati al sicuro dalla perdita di dati è un altro motivo per cui è necessario effettuare la sincronizzazione automatica sul disco rigido esterno. Ecco alcuni degli altri motivi che spiegherebbero ancora la necessità di questo processo di sincronizzazione.

  1. Per evitare la perdita di dati. La cosa più importante è sempre quella di proteggere i dati. La sincronizzazione dei dati su un'unità esterna significa che hai già disponibile l'ultima copia dei dati. Qualsiasi perdita di dati sul dispositivo non danneggerebbe i dati salvati sull'unità esterna.
  2. Il tradizionale modello di copia e incolla richiede tempo. Questo metodo può anche essere ostacolato da errori che avvengono durante la copia dei dati da una posizione all'altra.
  3. Alcune cartelle speciali non possono essere copiate in modo corretto. Alcune cartelle contengono formati di file che non possono essere copiati in modo facile. Si possono sincronizzare solo trasferiti.
  4. Per mantenere i dati al sicuro, indipendentemente dalla posizione scelta. Alla fine, la sicurezza dei dati è ciò che conta.

Parte 3: Come Utilizzare il Centro Sincronizzazione per Sincronizzare le Cartelle in Windows 10?

Per il backup automatico di Windows 10 sul disco rigido esterno è disponibile un'utilità integrata che mantiene aggiornati i dati. Questo strumento di sincronizzazione integrato di Windows, il centro di sincronizzazione, svolge la stessa funzione di qualsiasi software. Sincronizza i file tra il dispositivo e i file offline, quello salvato sulle cartelle dei server di rete. Questi file offline sono solo un clone delle copie effettive salvate sulla rete di dispositivi. Sono tre i modi in cui funziona il centro di sincronizzazione.

Metodo 1: Crea una Cartella Condivisa

I centri di sincronizzazione possono accedere ai file e alle cartelle condivisi sulla rete. Qualsiasi modifica apportata al file, anche offline, verrà riflessa al ricollegamento del dispositivo. Ecco i passaggi da seguire:

Passaggio 1: Nel menu principale seleziona l'opzione delle impostazioni, e poi un'impostazione di rete e Internet. Per continuare clicca sulle opzioni di condivisione.

Passaggio 2: Controlla le schede per attivare l'individuazione della rete, attivare la condivisione di file e stampanti e disattivare la condivisione protetta da password.

Passaggio 3: Salva tutte le modifiche.

Passaggio 4: Ora seleziona i file da sincronizzare. Clicca con tasto destro sul file e seleziona l'opzione delle proprietà e poi condividi.

Passaggio 5: Seleziona dove condividere il file e controlla i permessi di lettura/scrittura.

Passaggio 6: Una volta che il file è condiviso, seleziona l'opzione delle proprietà avanzate nel menu delle proprietà e spunta la scheda di condivisione della cartella.

Passaggio 7: Si aprirà il prompt dei comandi e dovrai scrivere un comando come ipconfig. Ti permetterà di ottenere l'indirizzo IPv4

sync-center-to-access-shared-folders-to-sync-on-windows-10-1

Metodo 2: Abilita i File Offline in Windows 10

Dato che il centro di sincronizzazione può accedere alle cartelle condivise, può anche salvare le modifiche ai file che sono offline. Ecco i passaggi su come abilitare i file offline in Windows 10.

Passaggio 1: Dal menu principale seleziona l'opzione del pannello di controllo, e nel menu successivo seleziona l'opzione del centro di sincronizzazione.

Passaggio 2: Scegli l'opzione per gestire i file offline.

Passaggio 3: Ora clicca sull'opzione per abilitare i file offline. Clicca ok per continuare

enable-offline-files-in-windows-10-1

Metodo 3: Sincronizza Cartelle Windows 10

Affinché il centro di sincronizzazione sincronizzi la cartella su Windows 10, ecco i passaggi da seguire:

Passaggio 1: Per avviare il prompt dei comandi premi Win + R contemporaneamente. Nel prompt dei comandi scrivi l'indirizzo IP.

Passaggio 2: Nella nuova finestra popup apri la cartella condivisa.

Passaggio 3: Ora seleziona i file destinati alla sincronizzazione e imposta le preferenze su sempre disponibili offline.

sync-folders-windows-10-1

Passaggio 4: A questo punto controlla il centro sincronizzazione se puoi visualizzare file/cartelle offline.

sync-folders-windows-10-2


Parte 4: Come Sincronizzare i File su Disco Rigido Esterno con AOMEI Backupper?

Un altro modo per sincronizzare i file è quello di utilizzare un software di backup di terze parti. AOMEI more backup standard è un software di backup di prima qualità. Ti facilita il lavoro con una notevole funzione di sincronizzazione dei file. Aiuta a sincronizzare i file/cartelle tra le unità e anche su diverse unità disco. Per Windows 10 e 7 esistono modalità di sincronizzazione giornaliere, settimanali e mensili. Ecco i passaggi da seguire per utilizzare il software e sincronizzare i file sul disco rigido esterno in Windows 10.

Passaggio 1: Avvia il processo scaricando e installando il software sul dispositivo.

Passaggio 2: Avvia il software sul dispositivo e nel menu principale, seleziona l'opzione di Backup e poi seleziona la sincronizzazione dei file da un altro menu.

select-file-sync

Passaggio 3: Ora seleziona l'opzione di aggiungi cartella (nome cartella). Durante il processo verranno sincronizzati automaticamente tutti i file e le sottocartelle collegati.

file-sync-add-folder

Passaggio 4: Dopo aver selezionato la cartella, il passaggio successivo prevede di selezionare l'unità di destinazione.

Passaggio 5: Configura le impostazioni di pianificazione in base ai requisiti e clicca su avvia sincronizzazione per continuare.

file-sync-start-sync


Parte 5: Caratteristiche di AOMEI Backupper

Confrontando con altri software di sincronizzazione, AOMEI File Sync è la scelta migliore. Perché? Ecco le caratteristiche che lo rendono un software di prima qualità.

1- Potente funzione di sincronizzazione unidirezionale:

AOMEO supporta la sincronizzazione unilaterale per tutti i file che possono essere sincronizzati tra le cartelle. Puoi pianificare il processo di sincronizzazione.

2- Supporta le sincronizzazioni programmate:

La pianificazione è la prossima potente funzionalità. AOMEI fornisce modalità giornaliere, settimanali e mensili per la pianificazione di una funzione di sincronizzazione. Alla data impostata, il software eseguirà la sincronizzazione automatica.

3- Può sincronizzare indirettamente le cartelle sull'unità di archiviazione cloud:

AOMEI facilita la sincronizzazione direttamente con i file e le cartelle salvati sul cloud storage.

4- Sincronizzazione di rete:

AOMEI File Sync non si limita solo a sincronizzare una cartella su un disco locale o su un dispositivo rimovibile, ma può farlo anche su dispositivi all'interno di LAN e NAS. È utile per la condivisione di file con altri dispositivi sulla rete.

5- Notifiche email:

Se il processo di sincronizzazione dei file è stato completato o fallito riceverai una notifica via email.

Quindi la sincronizzazione dei file è un'attività importante con cui è possibile mantenere aggiornati i file. Oltre al fatto che i file vengono salvati in posizioni diverse, la funzione di sincronizzazione dei file aiuta a salvare tutte le modifiche, anche quelle offline. Questo articolo ha parlato di tutti i motivi per cui è necessaria la sincronizzazione dei file e come può essere effettuata per evitare la perdita di dati. Abbiamo elencato due dei metodi praticabili. Uno è l'utilità integrata di Windows, come il centro di sincronizzazione. Può sincronizzare i file e le cartelle con un approccio a tre metodi. Il secondo metodo consiste nell'utilizzare software di terze parti. AOMEI more backup standard è un software di backup di prima qualità.

Alex Nappi

staff Editore

0 Comment(s)
Home | Risorse | Backup del computer | Come Sincronizzare i File su un Disco Rigido Esterno in Windows 10